colori arcobaleno primari

I colori primari
"Tutti i colori si possono formare mescolando tre tinte di base dette primarie."

Quanto ne sai di colori? E di colori primari?

"I colori primari blu, rosso e giallo miscelati, generano la maggior parte dei colori che l'occhio umano riesce a percepire."

I colori vengono classificati in primari, secondari, terziari, complementari.

I colori primari sono i colori di base dai quali si ottengono, mescolandoli, tutti gli altri. Questi colori sono i mattoni di tutti i colori e sono considerati "assoluti" perché non si possono ottenere con nessuna mescolanza. Tre è il numero perfetto anche per i colori: rosso, blu, giallo. O per essere più precisi il giallo, il ciano (una tonalità di blu) e il magenta (una tonalità di rosso).

I sette colori dello spettro solare si suddividono in:

- colori primari: il magenta, il giallo, e il blu. I colori primari sono diversi uno dall'altro, e non si possono ottenere con mescolanza di altri colori.

- colori secondari: i colori secondari si ottengono mescolando a due a due i colori primari. Sono: arancione, verde e violetto (o colori secondari) e l'indaco, che è una variazione del viola. Mescolando fra di loro i colori secondari, in ogni combinazione possibile, riusciremo a ottenere e tutti colori esistenti in natura.

Sono in realtà due le classificazioni che si utilizzano per convenzione comune al mondo per classificare i colori primari: in quella insegnata comunemente e siglata come CMY sono contenuti il ciano (una precisa tonalità di blu), il magenta (una tonalità precisa di rosso) e il giallo. Invece nelle normali cartucce per stampanti, così come nel mondo dell'editoria e della grafica, si aggiunge un quarto protagonista: infatti la sigla è CMYK, considerando che accanto a ciano, magenta, giallo arriva anche il nero.

Colori arcobaleno
I colori dell'arcobaleno